Loading
Interior design

Casa MI

SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME
SEO NAME

 Casa MI

Interior Design, Furniture

Photo : Giulia Manelli

Nell’affrontare questo progetto di rinnovamento di un piccolo appartamento nel centro di Bologna, si è scelto di intervenire in maniera soft lavorando sui decori murari, sulle scelte cromatiche delle tinte parietali e sugli arredi disegnati ad hoc.

Caratterizzare lo spazio e creare molto contenimento in maniera non invasiva sono stati gli input dati dalla committenza.

Il fulcro della casa è la zona living suddivisa in due parti grazie ad un preesistente portale che scandisce lo spazio in un’area ingresso/studio e in un piccolo soggiorno.

Il soggiorno, cuore pulsante della casa ed ambiente centrale nello sviluppo planimetrico, è stato inteso come uno scrigno chiuso da un cappello sommitale color carta da zucchero che ne racchiude lo spazio. Le pareti sulle quali poggia il divano sono due fondali scenici, studiati di concerto con il decoratore, volutamente trattati come fossero vecchi muri scrostati dai quali emergono i decori a stencil che caratterizzavano le abitazioni dei palazzi storici del centro. Per il disegno si è scelto di ispirarsi alle stampe tessili di Mariano Fortuny. Il divano, anch’esso disegnato su misura, ripropone l’idea del letto marocchino costituito da un materasso trapuntato sui cui poggiano cuscini variegati che fungono da schienale. Nella scelta dei tessuti di rivestimento si è voluto coordinarsi, a livello cromatico e per tipologia, con il decoro parietale in modo tale da creare una continuità visiva tra piano verticale e piano orizzontale. Tale continuità è interrotta solamente da una boiserie attrezzata, dalla linea essenziale, laccata di bianco opaco, che funge da passepartout tra pareti e pavimento. Il disegno della boiserie prosegue nella zona studio trasformandosi in un piano a ribalta per consentire un facile accesso alla finestra.

Nel corridoio che divide la zona giorno dalla zona notte, accanto alla porta d’ingresso, è stato collocato un attaccapanni, creazione unica per questa committenza. Ispirato ai vecchi attaccapanni a parete in  stile impero, questo oggetto in tubolare di ferro verniciato di bianco, ripropone l’elemento tessile grazie all’uso della pannellatura in maglia metallica che crea un ordito leggero.

Nella zona notte il bagno e la camera reiterano la scelta di abbinare le linee essenziali degli arredi con i decori preziosi delle pareti. Nel bagno, rivestito con cemento color tortora, la zona lavabo è incorniciata da una parete decorata con stampa tridimensionale in alto rilievo a evocare vecchi ricami sdruciti e consumati dal tempo.

Nella camera da letto è riproposto il color carta da zucchero per la parete su cui poggia la testata del letto al centro della quale è stato inserito un pannello con disegno damascato che accentua il tratto femminile volutamente scelto nel rinnovamento di questa abitazione.